Il peso specifico dell'Anima - Esoterismo e Misteri

<br />        
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il peso specifico dell'Anima

Archivio > Esoterismo e Scienza

Il peso specifico dell'Anima

Il Dott. Duncan MacDougall affermo' nel 1907 che se esiste un'anima separatamente dal cervello e dal corpo, che deve quindi occupare uno spazio fisico ed avere un peso che può essere misurato. L'esperimento da lui ideato consisteva nel pesare una persona prima e dopo la morte. La scienza dice che la materia può essere classificata in solida, liquida o gassosa, le quali sono tutte soggette alla gravità. MacDougall pensava che l'anima appartenesse ad una categoria nuova della quale non siamo consapevoli.

Ecco quanto da lui affermato in un resoconto scientifico pubblicato su una rivista Medica dell'epoca:
"Il Mio primo soggetto é un uomo morto di tubercolosi. Il paziente era sotto osservazione da tre ore e quaranta minuti prima della morte, su un letto di struttura leggera a cui ho collegato una bilancia.
"il confort del paziente è stato assicurato in ogni modo, benchè fosse praticamente moribondo quando é stato messo sul letto. E' dimagrito lentamente alla velocità di un'oncia per ora dovuta all' evaporazione dell' umidità col respiro e col sudore.
"Dopo tre ore e quaranta minuti, in coincidenza con la morte, l'indice della bilancia colpì contro il limite inferiore della scala e rimase là senza rimbalzare. La perdita è stata accertata essere 3/4 di un'oncia.
"Questa perdita di peso non poteva essere dovuta ad evaporazione respiratoria e del sudore, perché era stato determinato essere, nel suo caso, di un sessantesimo di un'oncia per minuto, mentre questa perdita finale era stata improvvisa, nel volgere di qualche secondo.
"Anche un altro paziente era un uomo colpito da tubercolosi. Era sul letto da quattro ore e quindici minuti sotto osservazione del peso e si é trovato che perse un terzo di un' oncia, un altro morto mostro un calo di mezza oncia, in coincidenza con la morte, ed una perdita addizionale di un'oncia alcuni minuti più tardi."

Quando fece gli stessi esperimenti con gli animali, non riscontrò alcuna perdita di peso.
MacDougall aggiunge, "Il risultato della serie dii esperimenti (sette casi) condotto su esseri umani, dimostra che vi é una perdita di sostanza al momento della morte non riferibile ai normali canali di comunicazione fra il corpo umano e l'ambiente.
E' la materia di cui é fatta l'anima?
Sembrerebbe essere così, perciò ritengo di avere ottenuto la dimostrazione sperimentale che una sostanza capace di essere pesata lascia il corpo umano al momento della morte."

 
Last Update: 17/01/2017
Powered by Esoterismo e Misteri.com  -  Copyright © 2010-2015 All Rights Reserved
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu